L’arte è pace e profezia

Questo articolo è uscito sul mensile il Lametino (n. 224) il 20 febbraio 2016.

Lametino224_MP03

Le celebrazioni rotelliane in onore del Maestro del nouveau realisme

La città di Catanzaro apre il 2016 con importanti iniziative sul piano artistico, essendo questo l’anno in cui ricorre il decennale della scomparsa dell’artista Mimmo Rotella. Al padre del nouveau realisme saranno dedicati moltissimi eventi che si estenderanno fino al 2018, altra data simbolo in cui ricorrerà il centenario della sua nascita. La programmazione degli eventi è stata messa a punto da un comitato presieduto dal sindaco di Catanzaro, Sergio Abramo, e dal presidente della Fondazione “Mimmo Rotella”, il notaio Rocco Guglielmo. Del medesimo comitato fanno parte l’assessore alla cultura Carrozza, la vedova del maestro Rotella, Inna, il direttore della Fondazione Piero Mascitti, la direttrice del “Mimmo Rotella Institute”, Antonella Soldaini, la direttrice dell’Accademia di Belle Arti Anna Russo e il critico d’arte Tonino Sicoli. Tra gli obiettivi da conseguire, la riqualificazione del mural realizzato da Mimmo Rotella sulla facciata del Palazzo delle Poste, trattandosi di una delle sue più importanti opere pubbliche.

Il mural, ultimato nel 1949, rappresenta una metafora dell’evoluzione dei servizi postali: piccioni viaggiatori con le buste da lettera tra le zampe, il tasto del telegrafo, le onde radio, il disco combinatore dei telefoni avveniristici dell’epoca. Il Maestro Rotella è un simbolo per la sua città, e la Casa della Memoria “Mimmo Rotella” è il centro divulgativo dell’arte contemporanea. Tutto  ciò che ruota attorno al Maestro è denso di significati rivolti soprattutto alle generazioni future, infatti la stessa casa della Memoria è concepita come un luogo sacro e punto di riferimento per l’arte contemporanea. “Io mi sento non solo calabrese ma cittadino del mondo e vorrei che la Casa della Memoria e la mia arte comunicassero con gli abitanti del pianeta per dire che l’arte è pace e profezia”. Queste parole segnano un nuovo inizio per un percorso artistico che vuole uscire dai confini regionali per affermarsi ovunque. L’arte di Mimmo Rotella e la sua storia non devono intendersi solo ed esclusivamente da un punto di vista didattico, in quanto il Maestro ha molto da insegnare sul perché l’arte sia importane nella vita quotidiana e sulle scelte che intendiamo seguire. È pur vero che ci si confronta con uno dei più grandi artisti del Novecento, ma la sua semplicità e la passione per l’arte sono segnali unici per una terra così segnata, come la nostra Calabria.

Rotella01

Molto commuoventi sono le parole del Maestro Mimmo Rotella in una lettera aperta ai calabresi di cui se ne riporta una piccola parte:

“Scopo dell’istituzione non è solo promuovere la mia idea artistica ma soprattutto dare la possibilità di emergere a tutti i giovani talenti che, nel Sud, ancora oggi, hanno ben poche occasioni di confronto e vetrina”.

Perciò, gli eventi e le iniziative promosse fino al 2018 avranno un significato che va ben oltre la celebrazione della vita e delle opere dell’artista Rotella: i giovani talenti sono chiamati ad esprimersi con libertà sul modo di interpretare la propria arte ed il proprio percorso artistico e personale. Lo stesso Mimmo Rotella insegna l’importanza di ricercare la propria identità e di affermarsi uscendo da schemi precostituiti. Segnali e impronte che  acquistano maggior valore in una regione forse ancora arida, e per questo sarà più semplice portare innovazione attraverso qualsiasi forma di arte. Si chiude, così, un cerchio: il Maestro  Rotella  partito  dalla sua città  nel lontano 1933 per intraprendere gli studi artistici, ritorna per costruirvi un luogo simbolo, nonché  di riferimento per l’arte e per i giovani. L’arte è uno strumento affascinante e rivoluzionario: è necessario vestirsi di coraggio perché è arrivato il tempo del cambiamento.

Martina Pirrone

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Arte e Cultura, Il Lametino, Martina Pirrone e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.