Lezioni di Musica

logo_PNG_trasparenza

Questa sezione del sito The Lightblue Ribbon, a cura di Alessandro Severa, si articola in numerose lezioni pubblicate su YouTube che portano lo spettatore alla scoperta del vasto mondo della musica. Per maggiori informazioni, potete visitare il sito internet dell’Associazione Musica Monteverde.

Il Canone

Questo procedimento compositivo è determinato da un’ interazione tra due o più voci, basata sull’imitazione del disegno melodico. Ne vedremo alcuni tipi esemplificandoli acusticamente. Vedremo poi attraverso esempi storici come il canone sia stato utilizzato in diversi periodi, da diversi compositori, in diversi stili musicali. Disporremmo gli esempi in ordine cronologico partendo dal 1400 con il compositore Johannes Ockeghem. Nato nel 1410 e vissuto fino al 1497, è il più rappresentativo compositore della seconda generazione franco fiamminga. Da alcuni è considerato il più importante compositore fra Guillalme Dufay e Josquin Des Prez. Osserveremo il canone a 36 voci che gli è attribuito. Ci sposteremo poi sulla musica romantica della seconda metà del 1800. Andremo a vedere come il canone oltre a essere una forma musicale in se, ma può essere anche inserito in contesti di forme più ampie. Per comprendere questo concetto vedremo l’ esempio della Sonata per Violino e Pianoforte di César Franck. César Auguste Jean Guillaume Hubert Franck, nato a Liegi nel 10 dicembre del 1822 e vissuto fino all’ 8 novembre del 1890 giorno della sua morte avvenuta a Parigi, è una delle figure più importanti della vita musicale francese della seconda metà del XIX secolo. La sua musica influenzerà in modo duraturo tutta la vita musicale dell’ epoca fino a Claude Debussy e Maurice Ravel che utilizzarono la forma ciclica, pur se la loro estetica non era chiaramente la stessa. Gli anni tra il 1874 e la sua morte segnano un periodo di intensa creatività nel quale comporrà anche la Sonata per Violino e Pianoforte che andremo ad osservare. Nel quarto tempo di questa sonata vediamo che il tema principale presenta un canone eseguito dai due strumenti. Dunque vediamo come il canone può essere anche uno degli elementi costitutivi di una composizione, utilizzato a fini espressivi. Andremo dunque a vedere come nei tempi recenti il canone abbia assunto forme di notevole complessità. Il compositore Gyorgy Sandor Ligeti, nato a Tarnaveni il 28 maggio 1923 e morto a Vienna il 12 giugno del 2006, si servì molto spesso della tecnica del canone nelle sue opere, fondendola ai cluster e alla micro tonalità. L’esempio che osserveremo è un frammento tratto da Lux Aeterna un suo noto brano per sedici voci soliste composto nel 1966. Questo brano si basa proprio sulla tecnica del canone elaborandone l’ aspetto ritmico: infatti le voci pur imitandosi melodicamente, eseguono ritmi diversi tra loro. Infine, vedremo come il canone sia utilizzato anche in famosi brani di musica leggera. Forniremo a questo proposito l’ esempio del finale della canzone “God Only Knows” del gruppo musicale statunitense formatosi nel 1961, i Beach Boys.

Il Cluster

Un cluster di note, detto comunemente cluster, è un agglomerato accordale che comprende almeno tre note adiacenti in una scala. Il suo intervallo generatore è dunque la seconda. Il cluster può essere diatonico, cromatico o micro tonale a seconda dei tipi di seconde che lo formano. Avremo dunque un cluster diatonico, se le seconde che lo formano sono esclusivamente seconde maggiori (ad esempio do, re, mi). Il cluster sarà invece cromatico se formato da seconde minori (si, do, re bemolle). Infine si definisce cluster micro tonale se contiene al suo interno intervalli minori di un semitono. In realtà queste sono forme molto semplici di cluster. Nella letteratura, vi sono molti esempi in cui si trovano insieme combinazioni di seconde maggiori e minori e anche con intervalli più piccoli all’ interno di uno stesso cluster. Data la loro natura dissonante spesso i cluster vengono associati alla musica contemporanea e alla musica atonale dove in effetti trovano ampio spazio di utilizzo. Tuttavia si trovano cluster anche nella musica del 1700 e del 1800 come vedremo negli esempi raccolti in questo video. La prima composizione che andremo a mostrare infatti è una Sonata di Domenico Scarlatti che arricchisce gli accordi con intervalli dissonanti che vanno a formare dei veri e propri cluster. Dall’effettistica strumentale settecentesca, vedremo poi come il cluster abbia acquisito nel 1800 una funzione espressiva relativa ai testi poetici dei lieder o alle scene d’ opera. Sotto questo aspetto forniremo rispettivamente un esempio tratto dal famoso lied di Franz Schubert Erlkönig e un esempio tratto dall’opera di Verdi “Otello”. Certamente è vero che a partire dal 1900 il cluster ha cominciato ad assumere un ruolo più importante nelle composizioni, a volte addirittura centrale. Compositori come Leo Ornstein ed Henry Cowell cominciarono ad utilizzare il cluster sistematicamente nei loro lavori. Come abbiamo già accennato parlando del canone, il compositore György Ligeti combina la tecnica del cluster con quella del canone andando a formare nei suoi brani la sua caratteristica concezione di micro polifonia. Avevamo già visto questo aspetto nel brano Lux Aeterna, brano composto per un organico vocale. In questo video ascolteremo un altro esempio in cui Ligeti si serve del cluster, stavolta in ambito strumentale: Atmosphères per grande orchestra. Questo brano è importante nella produzione di Ligeti, in quanto contiene molti dei tratti stilistici che lo hanno caratterizzato negli anni ’60. Si concentra infatti principalmente sul timbro attraverso la tecnica denominata “Sound Mass” Infine osserveremo anche come il cluster venga utilizzato anche al di fuori della musica classica e della musica contemporanea. Più in particolare ne ascolteremo l’ uso nell’ambito del jazz e della musica per il cinema, attraverso l’ ascolto di un brano del pianista e compositore Thelonious Monk, e di un brano del compositore Ennio Morricone, composto per una scena del film “La leggenda del pianista sull’oceano”.

Le Donne nella Musica

Questa descrizione sarà presto disponibile.

Il talento

Questa descrizione sarà presto disponibile.

Intervista a Ennio Morricone

Questa descrizione sarà presto disponibile.

L’Originalità

Questa descrizione sarà presto disponibile.

Chopin

Questa descrizione sarà presto disponibile.

Survivorship Bias

Questa descrizione sarà presto disponibile.

Armonia

Questa descrizione sarà presto disponibile.