Grande successo per il Premio Internazionale “Jack Kerouac”

Questo articolo è uscito sul mensile il Lametino (n. 228) il 24 settembre 2016.

lametino228_ad16

Il presidente Mario De Rosa si conferma grande promoter della poesia

Si è svolta nei giorni scorsi presso la meravigliosa sala dell’Auditorium Comunale “Massimo Troisi” di Morano Calabro, davanti un pubblico numeroso ed attento, la cerimonia di premiazione dei vincitori del Premio Internazionale di Poesia e Letteratura “Jack Kerouac”.

La serata è stata magistralmente presentata da Mario De Rosa, noto poeta contemporaneo e presidente dell’Associazione culturale Orion, accompagnato dalla grazia di Rosaria Mastroianni Ianni e alla presenza di una prestigiosa giuria. Profonda e costruttiva la presentazione di Giusi De Rosa – segretaria artistica del premio – della biografia del poeta simbolo della Beat Generation.

Il primo premio assoluto – un magnifico quadro per la sezione poesia inedita – è stato consegnato a Maddalena Leali di Genova per la lirica “Presagio di bellezza”, mentre Alessandra Cerminara di Crotone con “Il corso migliore” e Alessandra Costantini di Milano con “La baia”, si sono aggiudicati rispettivamente il secondo e terzo posto. La giuria ha poi assegnato diploma di merito a Maurizio Donte, Mario Miller, Giovanni Martone, Maria Assunta Oddi, Giampiero Murgia, Elisabetta Bagli, Maria Carmela Mugnano, Ludovico Iaconianni, Oliviero Angelo Fuina, Stefano Baldinu, Francesco Ortale, Antonio Sciarrotta e Shurouk Hammoud. Tre i diplomi d’onore attribuiti, dei quali due per delle liriche pervenute dalla Scuola Primaria di Morano Calabro e uno per una lirica dell’Istituto d’istruzione secondaria superiore “Antonietta De Pace” di Lecce. Un premio speciale “giovane autore” è poi andato a Gabriel Lo Tufo per la lirica “Ode allo sport”.

É seguita poi la premiazione nella sezione dedicata alla poesia in vernacolo, sempre a tema libero, che ha visto la vittoria assoluta di Salvatore Gaglio di Santa Elisabetta (Agrigento), per la sua poesia “Tra li pinseri e sèntisi natura”. Il secondo e terzo posto sono stati assegnati rispettivamente a Paolo Rotella di Catanzaro per “U migranti” e a Valerio D’Amato di Roma per “Co’ te che vojo sta”. Diplomi di merito assegnati ad Alessandro De Vita, Gaetano Catalani, Domenico Ceravolo, Cesare Castiglione, Angelo Canino, Paolo Lacava e Filippo Alampi. Diplomi speciali per Arnaldo Lo Tufo, Roberto Angelo Motta, Sistilia Tozzi e Vito Tricarico.

La sezione interamente dedicata al grande Jack Kerouac è stata vinta da Mario Miller di Pomezia (Roma) per la sua lirica “A Jack”, mentre il secondo e terzo posto sono stati assegnati rispettivamente a Paolo Rotella di Catanzaro per la sua poesia “Dietilammide-25” e a Dave Morgan di Bolton (UK) per la sua “Go Jack Go!”. Anche qui non sono mancati i diplomi di merito per Elisabetta Bagli, Michela Zanarella, Alessandra Cerminara, Gerardo Melchionda, Pio Antonio Caso, Rosina Chiarelli, Maddalena Leali, Sebastiano Impalà e Giovanni Scafaro.

kerouac01

Grandi emozioni anche per la sezione dedicata al racconto breve che ha decretato la vittoria di Francesco Principe di Castrolibero (Cosenza) con l’opera “Ablehnung”. Il secondo e terzo posto sono andati, rispettivamente, a Salvatore La Moglie di Amendolara (Cosenza) per l’opera “Sibari, stazione di Sibari” e a Luigi Manca di Porto Torres (Sassari) per l’opera “Origami”. Diplomi di merito sono stati poi consegnati a Giuseppe Caputi, Bruno Alberganti, Ludovico Iaconianni, Lizi Budagashvili, Davide Cinquanta, Alessandro Beriachetto, Federico Gorziglia e Dave Morgan.

Fortemente voluta dal presidente De Rosa, la sezione dei libri editi, ha decretato la vittoria di Maurizio Donte di Pornassio (Imola) con il testo “Cù Chulainn – Il mito del Mastino di Cullan”, mentre il secondo e terzo posto sono andati a Mario Prontera di Casarano (Lecce) per “Sui gradini della notte” e a Gina Dezi di Ascoli Piceno per “Cristalli”. Diplomi di merito sono stati poi consegnati a Marisa Cossu, Gianpaolo G. Mastropasqua, Maddalena Leali, Cosimo Pirisi, Sebastiano Impalà, Patrizia De Vita, Stefano Tonelli ed Ester Cecere. Un diploma speciale è andato poi a Carmine Zofrea di Castrovillari (Cosenza) per “I versi del silenzio”.

Il Premio Speciale “L’Allegra Ribalta” è stato assegnato a Stefano Baldinu di San Pietro in Casale (Bologna) per la lirica “A pizzu de abba”. Infine, con “Di quei viavai… d’amore”, Franco Araniti di Dipignano (Cosenza) si aggiudica il Premio della Critica, mentre la targa “Una vita per l’Arte” quale Premio alla Cultura è andata a Giuseppe Maria Maradei (in memoria).

Antonio Mirko Dimartino

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Antonio M. Dimartino, Arte e Cultura, Il Lametino e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Grande successo per il Premio Internazionale “Jack Kerouac”

  1. Mario De Rosa ha detto:

    Praticamente perfetto ,l’articolo di Mirko Dimartino,presenta tutti i vincitori del Kerouac,premio distintosi nel panorama letterario italiano,per la mancanza di sostegni politici e per la collaborazione con la “Kerouac Foundation”, del paese natale di Kerouac, Lowell,nel Massachusets . Coinvolti anche giovani scolari,un mio grazie a tutti i miei collaboratori,giuria e giornalisti,e a tutti i partecipanti ,che hanno confermato la vocazione “internazionale” del premio ,non solo pro forma,come generalmente si scrive.Grazie al Lametino , al Dinartino e un grazie a D’Amico per la sua verve.

    Mario De Rosa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...